marzo 9, 2018 Ti-Rex Bike

Gabriele Rampollo

Gabriele “Lele” Rampollo (Casale Monferrato 10.12.1968) è direttore sportivo alla Team Overall Under23/Elite e un giramondo in bicicletta.

Lele e ciclismo sono sinonimi. Se si parla dell’uno o dell’altro, alla fine si parla della stessa cosa. Un’intera vita dedicata alle due ruote quella di Lele, fin da quando ha dato i primi colpi di pedali alla S.C. Lomello, nel lontano 1976. Da quel primo fatidico giorno -a domani- non è mai sceso di sella. Ha affrontato tutte le categorie della FCI, con decine di vittorie, prima di passare dilettante nel 1987 alla Carrera Inoxpran, e chiudere la carriera con 23 vittorie alla Brescialat nel 1993. Nonostante l’intenso impegno ciclistico ottiene il diploma di ragioniere, anche se dal suo punto di vista, è stato tempo sottratto agli allenamenti. Fortunatamente in famiglia l’opinione era diversa. Ma è nel 1994 la svolta: il grande passo alla Motorola. In altri termini, un novellino alla corte di mostri sacri, quelli che -ancora oggi- fanno tremare i polsi per le loro imprese: Armstrong, Hampsten, Alcalà e Bauer, ovvero quanto di meglio poteva offrire il ciclismo. Trascorso un anno rinuncia al professionismo per dedicarsi al lavoro e alle Granfondo, un tipo di competizione che gli si addice e dove colleziona svariati successi.

In seguito si trasferisce negli Stati Uniti dove partecipa con successo alle corse Pro, 1 & 2 e nel 2001 è nuovamente professionista alla DeFeet- Lemond. Dopo una quindicina di successi decide di chiudere l’esperienza pluriennale Statunitense e, tornato in Italia, si dedica al triathlon e alle corse da amatore in circuito. Come d’abitudine, raramente è giù dal podio. Pur correndo poco, a causa dei numerosi impegni di lavoro, ottiene una cinquantina di vittorie che lo mettono in luce. Oggi, in forma più che mai, esce con i “ragazzi” del team Overall che allena, perché non sta sull’ammiraglia ma in mezzo loro. Nel 2016 acquista una delle prima Lepanto che abbiamo prodotto e l’ha prontamente testata sui muri delle Fiandre in attesa della Omloop Het- Volk … perché prima o poi ci vuole tornare dopo averla fatta da corridore.

La sua esperienza e i suoi preziosi consigli ci sono stati di grande aiuto per lo sviluppo degli altri modelli a dimostrazione di essere un vero amico di Ti-Rex.